Guadagnare con Internet grazie a pubblicita’ Pay per Lead e Pay per Sale

Vendita

Vendita

Dopo aver visto la vendita diretta di prodotti e la pubblicità pay per click contestuale, oggi, per la serie di articoli relativi al tema Guadagnare con Internet, approfondisco il tema delle pubblicità pay per lead e pay per sale.

Come funzionano

Alcuni network di affiliazione [come, ad esempio, Zanox e Sprintrade, tra quelli che utilizzo personalmente] offrono la possibilità di guadagnare quando i tuoi lettori, dopo aver fatto accesso al sito sponsorizzato mediante un click sul link da te esposto, effettuano un’azione.

Questa azione può essere:

  • Un’iscrizione [Lead] – Iscrizione al sito o compilazione di un form, mediante il quale il lettore fornisce i propri dati al sito partner.
  • Un acquisto [Sale] – Il lettore effettua un acquisto sul sito del partner.

I click effettuati dai lettori vengono memorizzati sul loro pc mediante cookies: questo garantisce che, anche se il tuo lettore dovesse effettuare l’azione di iscrizione o di acquisto in un periodo successivo al primo click [generalmente i cookie possono durare 30 – 60 giorni], ti venga riconosciuta comunque la commissione spettante.

Quanto si Guadagna

Le affiliazioni pay per lead e pay per sale possono essere molto redditizie [in particolare in caso di vendita si possono guadagnare diverse decine di euro], sono però più difficili da implementare.

In base alla mia personale esperienza questa tecnica di monetizzazione ha possibilità di funzionare bene su siti che trattino argomenti analoghi ai siti sponsorizzati. Il rendimento è ancora più alto nel caso in cui siano presenti delle recensioni e dei pareri personali sui prodotti [sia quelli sponsorizzati che quelli della concorrenza].

Nel mio Blog dedicato alla Banca Online, ad esempio, ho ottenuto ottimi risultati con il network Zanox che propone molti programmi legati al settore Economia e Finanza, in particolare quello bancario.

Ottimizzare le campagne

Tieni presente che, generalmente, per ottimizzare i rendimenti della tua campagna ed aumentare il numero dei click, oltre all’utilizzo dei banner grafici è consigliabile associare il proprio link affiliato, all’interno del testo, a delle parole chiavi attinenti.

Per generare in automatico all’interno del tuo blog WordPress dei link associati automaticamente alle parole chiave, consiglio di provare questi due plug-in:

Un post assolutamente da leggere sul tema dell’ottimizzazione è i 5 Consigli per Guadagnare con il Pay per Action.

Il caso Tradedoubler

Recentemente ho cercato di iscrivermi a Tradedoubler per testare il programma.

Non sono riuscito ad ultimare la compilazione del form di iscrizione: mi venivano indicati come obbligatori dei campi in realtà non presenti nel form stesso.

Cercando sul forum di AlVerde, ho scoperto che questo problema è causato dal fatto che i cookie di Troudedoubler sono bloccati di default su Internet Explorer 8 e su Mozilla Firefox 3.0.10.

cookie-tradedoubler

Le prime segnalazioni sul Forum di AlVerde risalgono ad oltre sei mesi fa.

Le mie considerazioni, che mi hanno spinto a desistere dall’iscrivermi, sono le seguenti:

  1. Scarsa Serietà e Professionalità – possibile che Tradedoubler non abbia messo in atto nessuna azione correttiva per questo problema relativo all’iscrizione. Possibile che nessuno dell’azienda se ne sia accorto? Penso di no, dato che avranno ricevuto molte segnalazioni da parte degli utenti. Mi sembra indice di scarsissima affidabilità che un’azienda accetti di perdere possibili collaboratori (ed anche inserzionisti) per un problema tecnico.
  2. Meno Inserzionisti: viste le difficoltà nell’iscrizione [con un sito che non da nessuna indicazione sulla procedura da seguire nel caso di nuovi browser], anche sponsorizzando nuovi utenti, molti di loro desisteranno in partenza: se devo investire in un network voglio avere la sicurezza che funzioni bene e con facilità;
  3. Perdita Potenziali Clienti: se i cookies di Troudedoubler sono in una blacklist, non funzionano nè per l’iscrizione e tantomeno per la tracciabilità dei click ricevuti. Se il cookie viene memorizzato un cliente sì ed uno no [con la prospettiva che la percentuale diminuisca sempre di più con la maggiore diffusione di Internet Explorer 8 e dell’ultima versione di Firefox] vuol dire che tu ricevi [senza poterlo sapere] la metà delle commissioni spettanti.

Esposto il mio pensiero, spero che qualche utilizzatore assiduo di Tradedoubler dia ulteriore spinta a questa discussione, raccontando se ha notato cali nelle vendite e nei click o se ha ricevuto qualche informazione dal network.

Linkografia

Evitare i Programmi Pay per Sale?

Come far funzionare le affiliazioni Pay per Sale

Crediti Fotografici

Look K-mart is having a sale! di Cosmic Kitty

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
About The Author

Enrico

Da oltre 10 anni appassionato di Web Marketing, seguo vari progetti con l'obiettivo di generare rendite automatiche: network marketing, internet marketing, trading ed investimenti. Nel poco tempo libero tanto studio, sport, animali domestici (figlia e cane) e tento di passare anche un po’ di tempo con mia moglie, prima che chieda il divorzio :-)

7 Comments

  • Mattia

    25 Giugno 2009

    Ciao Enrico,
    Il problema principale sta nel fatto che Tradedoubler ha una marea di merchants e di clienti, quindi ha molta difficoltà nel gestire tutte le richieste di contatto.

    Certo, questa non è una scusa però ti posso assicurare che quanto a rilevazione di click e lead Trade è meglio di Zanox.

    Secondo me Clickpoint.it resta la società migliore di tutte!

    Grazie dell’attenzione,
    Mattia.

  • @Mattia
    Ciao Mattia,
    benvenuto su GuadagnoSuInternet.Com

    Il fatto che abbiano una marea di contatti, non giustifica affatto l’utilizzo di una tecnologia che non funzioni, anzi… Dovrebbero investire di più per poter dare un servizio più efficiente e di semplice utilizzo [ed il più possibile automatizzata].

    Per quanto riguarda la tracciabilità del click, ho fatto io stesso dei test con cookie abilitati e disabilitati:

    1] il click viene regolarmente tracciato mediante gli script nel momento in cui il lettore lo effettua in entrambi gli scenari;

    2] mi resta da verificare se viene mantenuta “memoria” nel caso in cui il cliente effettui il lead o l’acquisto in un secondo momento con i cookies disabilitati [cosa di cui dubito fortemente].

  • Francesco

    28 Dicembre 2010

    Ciao a tutti,
    velocemente rispondo ai vari punti:

    – il tracciamento di TradeDoubler funziona anche quando i cookie di parti terze sono disabilitati
    – il form di registrazione in alcuni casi mostra un errore causato dal blocco dei cookie (aiutiamo gli editori che ci scrivono al sistema di ticketing registrando noi stessi il sito al circuito)

    • Enrico Vignali

      30 Dicembre 2010

      Ciao Francesco,
      grazie per i chiarimenti.