Il Trading Online conviene?

  • di
trading

Durante il mio percorso di crescita, ho più volte valutato il trading online come strumento per investire online e raggiungere la libertà finanziaria.

Se stai leggendo questo articolo anche tu ti sarai molto probabilmente imbattuto in qualche programma miracoloso per fare soldi con Trading Automatici, Forex, Opzioni Binarie o simili.

Nel tempo ho studiato queste offerte, le ho valutate, cercando di capire quali vantaggi mi portassero, ed in alcuni casi ho fatto delle demo gratuite per capire ancora meglio.

Cosa offre il Trading Online?

Il mercato del trading online è vasto, girano molti soldi ed i soggetti che operano faranno sempre di tutto per portarti dentro.
Broker pronti a guadagnare sulle commissioni, formatori pronti a venderti il nuovo sistema miracoloso, operatori che vogliono venderti segnali di entrata e così via.

Ecco le principali soluzioni proposte sul mercato:

FOREX

E’ stato quello che si può definire il precursore, anche perché vari Broker hanno investito moltissimi euro in pubblicità sia diretta che mediante i network di affiliazione.

Molte persone si sono bruciate ed hanno buttato via un sacco di soldi.
A me, per fortuna non è successo. Non perché sia intelligente degli altri, anzi… Semplicemente perché non ci ho mai capito niente.

Ho provato le DEMO per alcune settimane, ho studiato i tutorial, ma i risultati sono stati disastrosi.
Conti demo di 1.000€ bruciati in pochi giorni.

A parte la mia scarsa abilità, queste sono tre cose che ho capito del Forex:

  1. è un’attività a tempo pieno. Richiede forti competenze e non puoi andare in bagno, che ti sei bruciato l’operazione.
  2. i broker spesso alterano il mercato per far chiudere le operazioni di stop, in modo da incassare più commissioni
  3. se gli operatori professionali investono milioni per avere una connessione in fibra iper performante e data center da centinaia di migliaia di euro per fare scalping, io con la mia ADSL 10MB parto “leggermente” svantaggiato.
Rischi Trading Online

OPZIONI BINARIE

E’ la moda dell’ultimo anno, dopo che si è esaurita la spinta del Forex, le Opzioni Binarie sono diventate la proposta di trading da spingere commercialmente.

Se il Forex non mi ha colpito, le Opzioni Binarie mi hanno fatto scappare via.

Basti pensare che se investi 100, quando va male perdi tutto, mentre se va bene ne guadagni 80.
Questo vuol dire che se fai 5 operazioni in perdita e 5 in guadagno, ti sei perso per strada 100€.

A seconda del broker, magari si può prendere qualcosa in più (85/90), ma la sostanza non cambia: si hanno maggiori possibilità giocando a Rosso e Nero alla roulette. :-)

SISTEMI DI TRADING AUTOMATICO

I sistemi di trading automatico hanno colpito maggiormente la mia attenzione. L’idea di avere un sistema che, dopo un adeguato setup, lavorasse per me mi piace particolarmente.

Ho approfondito l’argomento, visitando diversi siti, leggendo libri e seguendo Webinar.

Per quanto resti un tipo di trading che voglio riprendere in futuro, l’ho scartato per diversi motivi:

  1. Servono capitali consistenti da investire (dai 20.000€ in su)
  2. Servono forti competenze sia nel Trading che nell’uso del software
  3. Gli automatismi si basano sui dati storici, ma questi vanno frequentemente verificati ed aggiornati, rendendo quindi semi-automatico il sistema.

I miei obiettivi

Il mio obiettivo personale, quando sono partito, era quello di liberare il mio tempo.

Cercare di far lavorare il denaro o trovare comunque un’attività che non richiedesse troppo tempo per gestirla, una volta imparate le basi.

Ho sempre cercato di evitare di trovarmi nella situazione di abbandonare la mia professione, ben pagata, per trovarmi incatenato ad un’altra attività che mi tenesse inchiodato 10/12 ore al giorno.

Questo influenza la mia visione e le mie valutazioni e mi ha portato a scegliere sistemi di Trading differenti.

Durante i vari corsi che frequento, ho avuto modo di scoprire due tipologie interessanti di trading, che rispondono alle mie esigenze: Spread Trading e Opzioni.

Per quanto interessato, però, non sono riuscito a trovare una proposta formativa adeguata alle mie esigenze su nessuna delle due.
L’idea di fare un corso di un fine settimana in aula, senza avere alcuna base, mi lasciavo perplesso.

Se come me fai spesso corsi, sai che una volta terminato l’entusiasmo iniziale, si torna nel caos quotidiano e presto le informazioni diventano sempre più fumose e lontane.

La svolta con lo Spread Trading

Lo Spread Trading è una tipologia particolare di trading che prevede di lavorare esclusivamente con contratti di materie prime (quindi prodotti fisici come grano, mais, soia e non speculazione su titoli finanziari).

Si basa sulle stagionalità che queste materie prime hanno inevitabilmente nel corso dell’anno a causa dei vari periodi di semina, raccolto, etc.

E’ un trading che richiede veramente poco tempo, in quanto si effettuano poche operazioni (parliamo di una o due operazioni al mese) e l’operatività prende, esagerando, una mezz’oretta al giorno.

Inoltre si lavora sempre con la compravendita di due contratti in contemporanea.
Questi contratti sono tipicamente correlati tra di loro (ad es. perchè sono contratti relativi alla stessa materia prima con scadenze diverse) e questo riduce notevolmente le perdite qualora tutto vada contro di te.

Probabilmente lo Spread Trading non ha i rendimenti potenziali di altre tipologie di trading, ma nel complesso ritengo sia quello con il miglior rapporto tra i Ricavi ed il Tempo dedicato.

Una tipologia di trading, quindi, che non si limita a farti guadagnare, ma che può veramente migliorare il tuo stile di vita sotto tutti gli aspetti.

Alla scoperta di Hekla

Come ho detto prima, ero molto interessato, ma non trovavo un corso che mi soddisfacesse, fino a quando non mi sono imbattuto nel sistema Hekla Money.

Era luglio 2014 quando ho acquistato il corso di Hekla.
La scelta non è stata comunque immediata. Il costo, per quanto alla mia portata, non era comunque una cifra di poco conto e non mi fa mai piacere buttare via dei soldi.

Così ho contattato due persone che conoscevo e che avevano già acquistato il corso.
Entrambi mi hanno dato più o meno la stessa testimonianza: “siamo ancora in simulazione, ma il corso è fatto molto bene, in maniera chiara e ti spiega tutto dalla A alla Z“.

Questa era l’informazione che mi serviva ed ho deciso di procedere con l’acquisto.

Mi sono messo sotto ho studiato più volte i video online, iniziato la simulazione, interagito con i gruppi ed il Forum, fino ad iniziare ad operare in reale dopo circa sette mesi.

Mi sono trovato bene: ho trovato un corso adatto a chi come me non aveva esperienze di trading, un’assistenza continua, gruppi e forum in cui confrontarmi con altri traders.
Ho un bilancio positivo nell’operatività, nonostante qualche mia nefasta iniziativa personale al di fuori della strategia.

Conclusioni

Come avrai visto, ho elencato i motivi che mi hanno portarto fino ad Hekla.

La scelta di un percorso o un sistema va ponderata e capito anche cosa puoi fare e cosa no.
Io ho scelto lo Spread Trading in Commodities per i motivi che ti ho raccontato sopra, altri magari hanno intrapreso con successo e soddisfazione altre strade.

Cerca di capire quali sono i tuoi i tuoi obiettivi e quanto potrai dedicargli: questo farà la differenza tra un sistema ed un altro.

Una piccola nota: molti autori che leggo a questo punto, probabilmente, avrebbero creato un infoprodotto da vendere. Avrebbero scopiazzato un po’ il metodo Hekla ed aggiunto qualche informazione basata sulla propria esperienza o trovata su altri siti.
Questo non rientra nel mio stile.

Io mi limito ad essere grato a chi mi ha fatto scoprire un nuovo mondo: un’attività che si sposa perfettamente con le esigenze di un professionista che a poco tempo libero ed un team che non ti lascia mai solo.

Per cui, se vuoi scoprire anche tu qualcosa in più sullo Spread Trading, non ti resta che visitare il sito Hekla o acquistare su Amazon il libro introduttivo al sistema Hekla, in modo da capire di più con un investimento minimo.