Cos’è il crowdfunding e perchè può esserti utile

  • di
crowdfunding

Il crowdfunding è un metodo per raccogliere capitali attraverso l’aiuto collettivo di amici, familiari, clienti e investitori individuali.
Questo approccio sfrutta l’investimento individuale di un ampio pool di individui, principalmente online tramite social media e piattaforme di crowdfunding, e sfrutta le loro reti per una maggiore copertura ed esposizione.

Cos’è il Crowdfunding?

Hai bisogno di fondi per la tua azienda? Ecco cosa dovresti sapere sul crowdfunding.
Il crowdfunding è quando una “folla” finanzia un progetto o un’attività, piuttosto che uno o due grandi investitori.

Esistono quattro diversi tipi di crowdfunding: premi, donazioni, debito e capitale proprio (equity).

Per condurre una campagna di crowdfunding di successo, devi catturare l’attenzione di un gran numero di sostenitori e convincerli che il tuo progetto è degno del loro investimento.

Il crowdfunding è quando aziende, organizzazioni o individui finanziano un progetto o un’impresa ricevendo piccole somme da molte persone.

La maggior parte di queste campagne avvengono tramite piattaforme Internet, in tempi stabiliti durante i quali è possibile raccogliere fondi.

Tipologie di crowdfunding

Sebbene esistano quattro tipologie di crowdfunding, ognuna di esse ha lo stesso obiettivo di fondo: ricevere denaro da persone interessate.

Donazione

In generale, rientra in questa categoria qualsiasi campagna di crowdfunding in cui non vi è alcun ritorno finanziario per gli investitori o i contributori.

Supponiamo che tu crei una campagna di crowdfunding per acquistare nuove attrezzature per la tua azienda. Le persone che ti danno i soldi lo fanno per sostenere la crescita della tua attività e nient’altro.

Le iniziative più comuni di crowdfunding basate sulle donazioni includono la raccolta di fondi per soccorsi in caso di calamità, enti di beneficenza, organizzazioni no-profit e per supportare spese mediche.

Premi

Questa tipologia di crowdfunding prevede che i donatori ricevano qualcosa in cambio delle loro donazioni.

I premi variano in base alle dimensioni della donazione, il che incentiva contributi più elevati.

In base alla quantità di denaro che i partecipanti danno a una campagna, possono ricevere un gettone come una maglietta, un prodotto o un servizio, spesso a un prezzo scontato oppure a tiratura limitata.

Questo tipo di crowdfunding è molto utilizzato per il lancio di prodotti per valutare l’interesse del mercato ai prodotti stessi.

Anche se questo metodo offre ai sostenitori una ricompensa, è ancora generalmente considerato un sottoinsieme del crowdfunding basato sulle donazioni poiché non vi è alcun ritorno finanziario o azionario.

Debito

Le donazioni basate sul debito sono prestiti definiti social lending o peer-to-peer (P2P).
Si tratta di una forma di crowdfunding basata sul debito: il denaro promesso dai finanziatori è un prestito e deve essere rimborsato con gli interessi entro una certa scadenza.

Questa tipologia di crowdfunding può essere utilizzata oltre che dalle organizzazioni anche dai privati.

Ultimamente si sta diffondendo molto nel settore immobiliare, tanto da far nascere il ramo specifico del crowdfunding immobiliare.

Capitale proprio (equity)

Mentre alcune campagne di crowdfunding non consentono ai sostenitori di possedere una parte dell’azienda che supportano, il crowdfunding basato su azioni consente alle piccole imprese e alle startup di cedere una parte della loro attività in cambio di finanziamenti. Queste donazioni sono un tipo di investimento in cui i partecipanti ricevono azioni dell’azienda in base a quanto denaro contribuiscono.

Esempi di siti di crowdfunding di successo

Esistono molte piattaforme di crowdfunding online che puoi utilizzare per avviare la tua attività.

Kickstarter
Kickstarter è una piattaforma internazionale basata su premi che aiuta le aziende a raccogliere fondi dal 2009. È stata utilizzata per raccogliere più di 5 miliardi di dollari per più di 182.000 progetti.

Parte di ciò che rende Kickstarter così efficace è la semplicità di utilizzo del sito.
Stabilisci un obiettivo monetario e la quantità di tempo che desideri raggiungerlo e racconti la storia della tua campagna. Quindi condividi il tuo progetto con la comunità nella speranza di trovare sostenitori.

GoFundMe
Gofundme è una società di crowdfunding internazionale basata su donazioni e, sebbene sia notoriamente utilizzata per iniziative di beneficenza, anche le aziende possono trarre vantaggio dalla piattaforma.

Questa è un’ottima opzione per le organizzazioni senza scopo di lucro e le aziende che hanno iniziative basate sui servizi. Statisticamente, 1 campagna su 10 è interamente finanziata sul sito.

Indiegogo
Indiegogo è una piattaforma internazionale che offre due tipi di finanziamento.

Il finanziamento fisso ti consente di impostare un obiettivo per una certa somma di denaro e, se non raggiungi il tuo obiettivo, tutti i fondi vengono restituiti ai donatori.

Il finanziamento flessibile è quando stai cercando qualsiasi importo di sostegno monetario, che puoi mantenere indipendentemente dal raggiungimento del tuo obiettivo o meno.

Mamacrowd
Mamacrowd è una piattaforma italiana di equity crowdfunding autorizzata da Consob.
Ti permette di investire in progetti innovativi italiani: startup innovative, PMI innovative, o semplici PMI o Club, cioè società di capitali che investono prevalentemente in PMI.

Crowdfundme
Crowfundme è una pIattaforma italiana autorizzata da Consob. Ha al suo attivo più di 15.000 investimenti e più di 100 progetti finanziati con successo.

StarsUp
StarsUp è stato il primo portale di equity crowdfunding autorizzato dalla Consob in Italia per la raccolta on line di capitale di rischio da parte di aziende (start-up e PMI) innovative.

L’ho seguita per diversi anni, ma personalmente trovo l’offerta di progetti inferiore sia quantitativamente che qualitativamente rispetto alle altre.

In cosa differisce il crowdfunding?

Il crowdfunding è essenzialmente l’opposto dell’approccio tradizionale alla finanza aziendale.

Normalmente, se vuoi raccogliere capitali per avviare un’impresa o lanciare un nuovo prodotto, dovresti mettere insieme il tuo piano aziendale, ricerche di mercato e prototipi, e poi presentare la tua idea a un pool limitato di persone o istituzioni.

Le fonti di finanziamento tradizionali sono poche: banche, business angel e società di venture capital, limitando davvero le tue opzioni a pochi attori chiave.

Immagina la ricerca di finanziatori come un imbuto.
Nell’approccio tradizionale sei tu con la tua presentazione nella parte larga dell’imbuto (insieme a tanti altri) e il tuo pubblico di investitori nella parte finale dell’imbuto.
Se non riesci a trovare l’investitore giusto al momento giusto perdi tempo e denaro.

Le piattaforme di crowdfunding, invece, ribaltano quell’imbuto.
Ti offrono un’unica piattaforma per costruire, mostrare e condividere le tue presentazioni e mostrandole a tantissimi potenziali investitori.

Tradizionalmente, passeresti mesi a setacciare la tua rete personale, a vagliare potenziali investitori e a spendere tempo e denaro solo per poter fare una presentazione.

Con il crowdfunding, è molto più facile per te avere opportunità di fronte a più parti interessate ed offrire più modi per far crescere la tua attività: dall’investire migliaia di euro in cambio di azioni, ad un semplice contributo di $ 20 in cambio di un prodotto, di un merchanising o di un altro tipo di premio .

Altri vantaggi del crowdfunding

Dall’attingere a un pool di investitori più ampio al godere di opzioni di raccolta fondi più flessibili, ci sono una serie di vantaggi per il crowdfunding rispetto ai metodi tradizionali.

Copertura
Utilizzando una piattaforma di crowdfunding, puoi raggiungere facilmente migliaia di investitori accreditati che possono vedere e condividere la tua campagna di raccolta fondi.

Presentazione
Creando una campagna di crowdfunding, si passa attraverso l’inestimabile processo di guardare la propria attività da un livello più alto (la sua storia, le offerte, il mercato a cui si rivolge, la proposta di valore e altro ancora) e sintetizzarla in un unico, facilmente comprensibile pacchetto.

PR e marketing
Dal lancio fino alla chiusura, puoi condividere e promuovere la tua campagna tramite social media, newsletter via e-mail e altre tecniche di marketing online. Mentre tu e la piattaforma illustrerete i progressi della raccolta fondi, puoi raddoppiare il traffico indirizzando i lettori verso il tuo sito web e altre risorse aziendali.

Convalida del progetto
Presentare il tuo concetto o la tua attività alle masse offre un’eccellente opportunità per validare e perfezionare la tua offerta.
Man mano che i potenziali investitori iniziano a esprimere interesse e fanno domande, vedrai rapidamente se manca qualcosa che li renderebbe più propensi ad acquistare.

Efficienza
Una delle cose migliori del crowdfunding online è la sua capacità di centralizzare e semplificare i tuoi sforzi di raccolta fondi.
Costruendo un unico profilo completo in cui puoi incanalare tutti i tuoi potenziali clienti e potenziali investitori, elimini la necessità di cercarli individualmente.
Invece di duplicare gli sforzi, puoi presentare tutto online in un formato molto più accessibile, lasciandoti più tempo per gestire la tua attività invece di raccogliere fondi.

Il crowdfunding per l’investitore

Dal punto di vista dell’investitore il Crowdfunding è un’ottima opportunità di investimento.

Ovviamente come investitore sarai interessato esclusivamente alle campagne crowfunding ti tipologia “debito” o “equity”.

Entrambe hanno i propri vantaggi e rischi.

Del Social Lending o P2P ho già parlato diffusamente.

Per quello che riguarda gli investimenti in equity, invece sono da tenere presenti alcuni fattori determinanti:

  • Sgravi fiscali: su certe tipologie di investimenti (startup innovative) in Italia sono disponibili sgravi fiscali fino al 50%
  • Immobilizzazione del capitale : se accedi agli sgravi fiscali, sono presenti dei vincoli temporali. Dovrai mantenere per almeno 36 mesi le tue quote.
  • Rischio: non tutte le startup decollano. Per quanto l’obiettivo sia quello di scalare velocemente verso l’alto, molte startup non hanno successo e potresti perdere il tuo investimento.
  • Difficoltà di vendita: le startup non sono quotate in borsa, pertanto il mercato delle azioni è poco liquido. Se avrai necessità di vendere le tue quote, è possibile che tu non ci riesca o che debba cederle al valore nominale di acquisto, perdendo dei soldi.

Key takeaway

  • Molte persone ritengono che il crowdfunding sia un modo facile o gratuito per fare soldi, ma richiede molto impegno per stabilire un progetto che i sostenitori percepiranno come un servizio prezioso.
    Il successo non è garantito e, poiché il crowdfunding continua a guadagnare popolarità, i sostenitori sono diventati più accorti nel scegliere i progetti da supportare.
  • Esistono quattro tipi di campagne di crowdfunding che puoi utilizzare per la tua attività.
    Con il finanziamento basato sulle donazioni, i contributori danno denaro senza ricevere nulla in cambio. Nel finanziamento azionario, i sostenitori ottengono quote dell’azienda.
    Per il finanziamento basato sul debito, i donatori vengono rimborsati con gli interessi.
    Con il finanziamento basato su ricompense, i contributori ricevono buoni, prodotti o servizi in cambio delle loro donazioni.
  • Le aziende di crowdfunding di successo forniscono risorse che aiutano le campagne a raggiungere i loro obiettivi di finanziamento.
    Kickstarter, GoFundMe, Indiegogo sono alcuni dei più affidabili e di successo a livello mondiale. In Italia abbiamo Mamacrowd e StarsUp.
  • Prima di scegliere un sito di crowdfunding, rivedi le regole di ciascuno per assicurarti di scegliere quello giusto per la tua campagna.
    La maggior parte dei siti di crowdfunding ha regole di utilizzo specifiche. Kickstarter, ad esempio, non consente il crowdfunding azionario e ha un elenco di elementi proibiti che non sei autorizzato a includere nel tuo progetto.
    È consigliabile leggere attentamente queste regole prima di scegliere una piattaforma in modo da non dover interrompere la campagna prima ancora che inizi. Se ignori le regole e lanci la tua campagna di crowdfunding, le probabilità di successo precipitano.
    Devi cercare adeguatamente i diversi siti di crowdfunding in modo da capire quale piattaforma funziona meglio per la tua attività.
  • Per gli investitori il P2P o Equity sono opportunità sicuramente interessanti, ma è necessario considerare i rischi a cui si va incontro.
    Per fare le proprie valutazioni è possibile visitare l’Osservatorio CrowdInvesting del Politecnico di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.