Breve Guida del Mercenario all’Internet Marketing

  • di
Pistola Mercenario

Mercenary – No job too small, no fee too high!

Non uccido la gente per denaro (lo faccio gratis).
Non sono ricercato in 17 paesi.
Non giro il mondo su un cavallo d’acciaio.

Per tante altre cose, invece, io posso essere considerato un mercenario.

Internet Marketing

E’ iniziato pochi anni fa, quando ho affilato i miei denti per giocare online al gioco dell’internet marketing.

Prima di sentir parlare di Brian Clark, Chris Brogan, Darren Rowse o Sonia Simone. . . Avevo sentito parlare di Frank Kern, Mike Filsaime, e Jason Moffatt.

I primi maestri – il marketing puro

Ho passato un sacco di tempo sul Warrior Forum. Non direttamente con Kern e Filsaime e Moffatt, ma con un sacco dei loro clienti. Con loro ho parlato di come vendere guide per la seduzione o ebook su come addestrare i cani: ci dicevamo l’un l’altro che il cliente non importa finchè ci fa fare soldi.

Per quanto stessi facendo tutto quello che mi avevano insegnato, qualcosa non andava per il verso giusto… Soprattutto il mio portafoglio completamente vuoto.

Ho racimolato qualche dollaro, ma grazie a siti di cui non ero fiero: facevo spamming in rete oppure lavoravo su nicchie in cui non avevo nessun interesse. Tutto questo ha iniziato a pesarmi.

Così ho cominciato a parlare di quello che pensavo fosse sbagliato in questo stile di Internet marketing, e fu allora che sono stato deriso da tutto il palazzo virtuale.

In fin dei conti non è un grosso problema, quei ragazzi non mi piacevano comunque.

I miei secondi maestri – Ninja Affiliate

Sono stato un po’ sulle mie fino a quando ho comprato un ebook che era stato descritto come “la miglior guida Twitter”. Dopo averlo letto ho pensato che fosse terribile.

Considerando che avevo iniziato già iniziato da un po’ a frequentare i social media e che avevo usato Twitter per quasi un anno, ho pensato: “io lo avrei scritto molto meglio di così!”
E così ho fatto: “Twitter Rockstar” era nato.

Nel giro di alcune settimane, ho venduto qualche migliaia di dollari di quel corso.
Così ho scoperto che quando si crea qualcosa che è realmente utile e di qualità le persone sono più che disposti a pagare per acquistarlo!

Così ho continuato a cercare un nuovo maestro. Ho trovato gente come Ed Dale e John Chow, che si avvicinavano a quello che ritenevo giusto per me, ma non ancora perfetti.

Sapendo riconoscere del marketing fatto bene quando lo vedo, ho cercato di imparare tutto quello che avevano da dire. Questa volta si parlava di marketing di affiliazione.

Ho iniziato a bloggare e a fare un po’ di lavoro con il marketing di affiliazione. Ancora non era un successo, ma sapevo che mi stavo avvicinando.

Il terzo maestro – The Third Tribers

Alla fine, mi sono imbattuto in persone come Brian Clark, David Risley, Chris Guillebeau, Gary Vaynerchuk, Naomi Dunford, Sonia Simone, e Jonathan Fields.

Persone che stavano sfondando non solo online, ma anche nel mondo reale. E’ stato a questo punto che ho davvero capito che avrei potuto guadagnare soldi facendo qualcosa di diverso dal vendere videogiochi o le gli ebooks per la dieta.

Che sollievo.

Vuoi dire che posso effettivamente fare una vita online, con la vendita di prodotti reali che la gente vuole, e che sarebbero anche divertenti da creare?

Così, naturalmente, anche stavolta ho imparato tanto quanto ho potuto. Ho iniziato a comprare libri, leggendo i loro blog, e studiare i loro medoti di commercializzazione (cercando sempre di fare quello che fanno e non solo quello che dicono).

Grande materiale… Ma ancora una volta ho voluto di più.

Diventare padrone di me stesso

Eccomi qui, il risultato di tre maestri, ma servo di nessuno. Ricorda, io sono un mercenario. Un affarista senza cuore. Volevo il mio impero, così ho deciso di costruirne uno.

I miei pensieri si sono sviluppati così:
Invece di attenermi ad un’unica corrente di pensiero, perché non prendere il meglio di ciascuno e farlo mio? Suona un po’ Third Tribe, lo so. Ma questa è una tribù di uno.

Non gestisco blog gratis (se posso farne a meno), e credo che la maggior parte dei blogger sia sottopagato. . . così ho deciso di cambiare la mia situazione.
Invece di considerarmi un blogger, ho cominciato a considerarmi un “platforming”. Invece di lavorare a costruire una piattaforma (blog) da dare via gratis, ho lavorato impegnandomi il doppio per costruire una serie di prodotti che vale la pena pagare. Invece di impegnare tutto il mio tempo con scrocconi, ho iniziato a spendere la maggior parte del mio tempo con clienti.
Quello che ho imparato durante tutto questo:

  • Senza utilizzare alcune di queste “invadenti” tattiche di marketing che chi fa internet marketing usa così bene, starei ancora facendo blogging gratuito;
  • Senza un po’ di anima, continuerei ad inseguire i soldi anzichè la mia passione.
  • E senza le tecniche della Terza Tribù, non avrei nessun posto da chiamare casa quando ne ho avuto bisogno. Anche ad un mercenario piace un pranzo caldo ed un cuscino morbido a volte.

Il punto che sto cercando di evidenziare è che non esiste un singolo modo “giusto” di fare le cose, e che se si vuole costruire il proprio impero digitale, allora hai bisogno di imparare come diventare padrone di te stesso.

Hai bisogno di studiare il buono, il brutto ed il cattivo.
Hai bisogno di imparare a chiedere in maniera naturale alle persone di comprare i tuoi prodotti, così come chiedi loro di fare un retweet.
Hai bisogno di essere abbastanza sicuro dei tuoi prodotti per chiedere un prezzo abbastanza alto, che ti consenta di realizzare un profitto.
E devi avere il coraggio di andare da solo quando la missione lo richiede.

Non pretendo di avere tutte le risposte, ma so abbastanza per dire che quando si tratta del successo della tua azienda, sei tu al comando.
Impara le competenze necessarie per conoscere, e non aver paura di usarle.
Non ti legare ad idee, teorie o sistemi. Resta legato a ciò che funziona per te.

La via del mercenario è un metodo di sopravvivenza, e nel business, nessun altro funziona.

Linkografia

Articolo liberamente tradotto da The Mercenary’s Guide to Building your Internet Marketing Empire di Nathan Hangen.

Crediti Fotografici

Wooden Toy Gun di woodleywonderworks